Colazioni Veloci + Vegan + Economiche (#settimanaveg)

Dal 21 al 27 maggio si terrà la settimana veg, un’ occasione per passare insieme un periodo di avvicinamento ad uno stile di vita più consapevole verso gli animali e l’ alimentazione!

Io e Alessandro abbiamo già partecipato al Veganuary di quest’anno e siamo riusciti a completare la sfida, un mese intero da vegani, senza problemi.

Questa volta cercherò di partecipare con la mia famiglia, che è un po’ più restia a questo genere di cose, ma durando solo un mese non credo che ci saranno troppe lamentele… speriamo🤞.

Tra l’ altro ho fatto un articolo al riguardo tempo fa, vi consiglio di dargli un occhiata per sapere come ci siamo trovati: Vegani per un mese. Cos’è il Veganuary e come affrontarlo.

Il bello è che a questi eventi può partecipare chiunque, anche gli onnivori scettici che di dieta vegana non vogliono neanche sentirne parlare, perchè anche se non cambieranno alimentazione avranno comunque scoperto qualche nuova ricetta per stupire gli amici.

L’ obbiettivo della challenge è appunto quello di creare una rete di persone che si consigliano e scambiano informazioni riguardo alla scelta vegan, per poter provare, senza pressione, a scoprire un nuovo modo di mangiare consapevolmente.

Vi lascio quì il link per partecipare all’ evento di EssereAnimali.

Anche se non sono vegana mi piace questo approccio friendly allo stile vegan, e voglio fare la mia parte…

Non sarà molto, ma vorrei condividere le ricette che ho provato durante questa quarantena e che amo particolarmente.

Nel post di oggi parliamo di colazioni!

Alcune delle proposte sono velocissime, altre necessitano di più tempo di preparazione ma durano tutta la settimana, sono quindi perfette per i vostri #Mealprep.

Il budino ai semi di Chia

Come prima grande scoperta di questa quarantena abbiamo il Chia Pudding.

Con soli due ingredienti crei la base, da compltare con quello che hai in casa: frutta fresca, semi, mandorle, cannella, cacao… Le combinazioni sono infinite e la preparazione é semplicissima.

Tra l’ altro la base può essere fatta alla sera per il giorno dopo, perchè più tempo riposa, migliore sarà la consistenza.

Lo Yogurt fatto in casa

Un’ altra ricetta che ho provato è quella per lo yogurt, per cui però è necessaria l’attrezzatura.

La cosa particolare che ho scoperto è che se non avete la yogurtiera è possibile usare il roner, un attrezzo che i ristoranti usano per la cottura sottovuoto.

Per farlo dovete solo scaldare a 40 gradi il latte e aggiungere una parte di yogurt (100-150 ml per 500 ml di latte tiepido).

Nel mio caso per cuocere il composto ho usato una specie di instant-pot che ha il programma apposito per lo yogurt, ma in qualunque caso il procedimento consiste nell’immergere i vasetti (rigorosamnete repurposed da pesti e sughi vari) nell’acqua calda a 40 gradi per quattro-cinque ore, dipende da quanto vi piace acido lo yogurt.

La Granola

Per completare il nostro yogurt possiamo provare a preparare una granola fatta in casa, a base di avena e frutta secca o essiccata, come più vi piace.

Per farla basta unire tutti gli ingredienti, mischiandoli bene, e stenderli su una teglia (con carta da forno) formando uno strato abbastanza sottile.

La teglia va infornata a 160 gradi per 30-40 minuti, ma è necessario tirarla fuori ogni dieci minuti per mischiare la granola.

Quando la vedrete bella colorita, e ovviamente prima che bruci, è il momento di toglierla dal forno e farla raffreddare bene.

Come tocco finale io ho anche aggiunto dei biscottini larghi 3-4 centimetri fatti con una pasta frolla vegana presa dal sito di Cucina Botanica.

Il porridge d’ avena

L’ ultima ricetta che voglio proporre è il porridge d’ avena, una colazione semplicissima e molto nutriente che si prepara in 5 minuti.


Colazione Vegan: istruzioni per l’ uso

In una dieta a base vegetale è importante assumere certi alimenti che in una tradizionale dieta mediterranea non vediamo molto, per esempio i semi di lino e i semi di chia che danno acidi grassi sani, ma anche frutta secca e proteine vegetali.

Facendo una giusta colazione (o merenda) possiamo assicurarci già all’ inizio della giornata la dose giornaliera di omega-3, aggiungendo un cucchiaio di semi di lino macinati al nostro pasto.

E’ inoltre importante mangiare frutta secca (30 g al giorno), anche sotto forma di burro come quello di arachidi, di mandorle, di nocciole… che possiamo fare in casa con un frullatore o un tritatutto abbastanza potente.

E non dimenticatevi della frutta fresca, che in questa stagione è più buona che mai!

Il latte vegetale di soia (senza zucchero, mi raccomando) è ricco di proteine, e questo legume ha numerosi effetti positivi per la salute, al contrario di quello che dicono le voci di corridoio.

Se volete avere più informazioni riguardo all’ alimentazione a base vegetale vi consiglio di seguire la dottoressa Silvia Goggi, che ogni giorno sui social condivide cose molto interessanti riguardanti proprio nutrizione vegana.

Siamo arrivati alla fine dell’articolo, ne approfitto per salutarti e per dirti che su questo blog, nella sezione cucina e alimentazione, puoi trovare molte altre ricette vegane. A presto!

Nella copertina: caffè di cicoria, una valida alternativa al caffè.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...