Ragù di lenticchie

Ricetta facile per un alternativa vegana al classico ragù, da usare con la pasta, o per fare delle lasagne da urlo. Questa tra l’altro è uno dei miei “sughi” preferiti, lo faccio spesso e in occasione della SettimanaVeg ho deciso di condividere la ricetta.

Noterete che non metto dosi, questo perché a meno che non si tratti di impasti o dolci, non ha senso secondo me seguire alla lettera una ricetta…voglio dire, usate quello che avete in casa nelle quantità che più vi soddisfano.

Ingredienti

  • Lenticchie (qualsiasi tipo va bene, eccetto quelle rosse decorticate)
  • una foglia d’alloro, oppure un pezzo di alga
  • Cipolla a piacere o Verdure per soffritto
  • Aglio a piacere
  • Passata di pomodoro
  • un pomodoro tagliato a cubetti
  • Sale, olio, aromi che preferite

Procedimento

Giorno 1) Mettete in ammollo le lenticchie in abbondante acqua fredda. Mentre le immergete controllate che non ci siano sassolini nel sacchetto. Lasciar riposare per il tempo indicato nella confezione.

Giorno 2) Mettete sul fuoco una pentola con acqua poco salata, sciacquate le lenticchie sotto il rubinetto e quando l’acqua bolle aggiungetele nella pentola, assieme alla foglia d’ alloro( o l’alga).

Dopo venti minuti di cottura potete scolare le lenticchie, tenendo un po’ d’acqua di cottura, da usare per allungare il ragù in cottura.

In una pentola versate l’olio, la cipolla e l’aglio tagliato fine. Lasciate imbiondire la cipolla (5 min) -aggiungendo un po’ d’acqua se servisse- e poi aggiungete le lenticchie.

Mescolate ogni tanto, e poi aggiungete il pomodoro a pezzetti e la passata.

A questo punto non resta che far cuocere bene il ragù per 10- 15 minuti, girandolo di tanto in tanto e aggiungendo, se necessario, un po’ d’acqua.

Verso la fine io ho aggiunto altro sale, salsa di soia tamari e dell’origano selvatico fresco che avevo in frigo e che ci stava bene. Avrei potuto aggiungere anche della un po’ di spicyness con del peperoncino ma in famiglia non apprezzano il piccante. Sarà per la prossima volta.

Non avevo mai provato l’origano selvatico, ma una contadina del mercato me lo ha regalato e devo dire che con l’origano secco ha poco a che fare… è molto delicato e aromatico e ricorda quasi le erbe da frittata.

Origano selvatico o no, a questo punto il tuo ragù dovrebbe essere pronto, puoi consumarlo subito o congelarlo in monoporzioni per conservarlo in freezer 3-6 mesi.

Nel caso vogliate provarlo con la pasta, consiglierei una tagliatella o un formato corto ma ruvido, in ogni caso prendete in considerazione della pasta integrale che ci sta benissimo. Buon Appetito!

Ricetta vegan ragù di lenticchie

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...